Riunioni
Soci

Perché la pace non sia solo un poster

Anche quest’anno il Lions Club Como Host ha partecipato all’organizzazione del concorso mondiale “Un poster per la pace”, giunto alla trentunesima edizione, che ha visto partecipare, da più di 100 Paesi, più di 400.000 ragazzi fra gli 11 e i 14 anni, che hanno proposto un proprio disegno in risposta al tema specifico di quest’anno: “la solidarietà è importante”.

Secondo le regole del concorso, il Club ha scelto una Scuola, l’Istituto Orsoline San Carlo di Como, e con l’aiuto del Preside, prof. Gabriele Cerutti, e del professore d’arte dell’istituto, prof. Matteo Storer, tramite i nostri soci Lions Carlo Bertani e Alberto Merio ha esaminato i più di 60 disegni proposti, selezionandone 20 a  cui è stato attribuito un diploma di apprezzamento, e ha scelto i vincitori:

primo premio a Carolina Guidarini, classe 2A

secondo premio a Costanza Corbella,  classe 1A

terzo premio a Gherardo De Benedetti, classe 1A

Il disegno di Carolina è stato poi inviato al Distretto Lions 108 IB1, per le successive selezioni mondiali.

Ecco il disegno di Carolina Guidarini:

Carolina ce lo descrive così: “Una bambina e un papà che si tengono per mano rappresentano l’amore, mentre il tramonto rappresenta la pace e la calma”.

 

I Templari in Lombardia

La serata di lunedì 15 aprile è stata dedicata alla storia dei cavalieri Templari. Relatore è stato il Lion  Alessio Varisco, docente, teologo, ricercatore, scrittore, storico dell’arte e degli ordini cavallereschi (e Presidente del Lions Club Carate Brianza Cavalieri), che ispirandosi al suo libro “I Templari nell’Alta Lombardia” ci ha offerto una appassionata presentazione della storia dei Templari nei nostri territori. Al termine, Varisco ci ha salutato cantando a cappella in modo esemplare il “Non nobis Domine”, inno dei Templari.

 

Leonardo e il mistero della Vergine delle rocce

La prima conviviale di aprile è stata svolta dal Lions Club Como Host con il Kiwanis Club Como e il Lions Club Vimercate e ha preso spunto dal cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

L’oratore, il Lions dr. Massimo Elli del Vimercate, ci ha offerto una brillante conversazione ispirata dal suo libro ”Leonardo da Vinci – Oreno e il libro dell’Amadio”. Partendo dalla storia del Beato Amedeo (Amadio) Menezes de Sylva, che si intreccia con quella di Francesco Sforza e di Bianca Maria sua sposa, il dr. Elli si riaggancia a Oreno, frazione di Vimercate, e a Milano per collegarsi alla vita di Leonardo e alla vicenda tormentata delle due versioni di Leonardo della Vergine delle rocce (la prima al Louvre e la seconda alla National Gallery). Due quadri interessanti non solo per la loro storia ma anche per le differenze tra loro, che sembrano poca cosa ma che sono molto significative.

Chi vuole approfondire questi argomenti può rivolgersi al Lions Club di Vimercate ( https://www.lions.it/data/club.php?id=29645 ) per avere il libro del dr. Elli, il cui ricavato delle vendite va interamente alla Cooperativa Sociale La Rosa Blu ( www.cooperativalarosablu.org/index.php ) , che accoglie persone disabili e dà loro la dignità di un lavoro.

 

Giorgio Albonico eletto Presidente per il 2019/20

Nell'Assemblea dei Soci del Lions Club Como Host, svoltasi lunedì 18 marzo, all'unanimità il Socio Giorgio Albonico è stato eletto Presidente del Club per la prossima annata lionistica 2019-2020.

A Giorgio vanno tutti i nostri migliori auguri per una felicissima annata!

 

I 21 anni del Leo Club Como Chronos

Il 25 febbraio il Leo Club Como Chronos ha voluto festeggiare assieme a noi del Lions Club Como Host i 21 anni della propria costituzione: e non per caso, visto che proprio il Como Host fu il Club padrino che propose al Lions Club International la creazione del Como Chronos.

21 anni pieni di iniziative e di service di successo, che hanno visto tanti giovani Leo donare in amicizia e allegria il proprio tempo alla nostra città. E uno dei past president del Como Chronos, Stefano Gallo, è oggi Presidente del Distretto Leo 108 Ib 1.

Ecco alcune fotografie della serata:

Qui vediamo, da sinistra, Stefano Gallo, il Presidente Leo Michel Vian, e ancora Michel Vian con la nostra Presidente Lions Francesca Simone (e la torta, che non può mancare in una festa di compleanno…).

Qui invece vediamo tutti i Leo presenti del Como Chronos: grazie per averci mostrato il vostro entusiasmo e la vostra voglia di fare.

 

 

Un incontro sul cancro infantile

 

 

La serata dell'associazione Vidas

Il primo incontro di febbraio del Club è stato dedicato all’associazione Vidas  www.vidas.it il cui Presidente, Ferruccio De Bortoli, è stato più volte nostro ospite in passato.

Questa volta sono stati con noi:

- la dott.ssa Giada Lonati, medico e direttore sociosanitario dell'associazione Vidas, consigliere regionale della Società Italiana di Cure Palliative, scrittrice e saggista;

- il dott. Giorgio Trojsi, direttore generale dell’associazione Vidas.

Hanno trattato, con lucida passione e correttezza, il tema “Fine vita e le cure palliative - Storie di libertà, coraggio e dignità”. Una conferenza che tramite esempi di vita ci ha guidato fra temi di forte significato, trattati con affetto e dignità, chiarendo l’importanza del biotestamento, che è ora possibile per la legge entrata in vigore nel 2018.

 

 

Musica per il parco giochi inclusivo

Giovedì 7 febbraio, in Sala Bianca, il Club organizza, assieme al nostro Leo Club Como Cronos, una serata musicale per la raccolta di fondi per la realizzazione a Como di un parco giochi inclusivo, nell'area verde tra Piazza del Popolo e Viale Lecco.

 

Per una sicurezza giusta, intelligente ed efficace

L’incontro in intermeeting fra i Lions Club Como Host, Como Lariano e Como Plinio il Giovane ha avuto come relatore il magistrato dott. Giuseppe Battarino, che ha trattato il tema “Giustizia e sicurezza – tra partecipazione e realtà”, in un discorso ricco di ricordi della sua esperienza di magistrato e di collaboratore alla commissione parlamentare sulle ecomafie. Il suo interesse per la storia della giurisprudenza lo ha portato a indagare come la richiesta di sicurezza possa pian piano portare la società a  negare le basi stesse della giustizia e come, per esempio, nella Germania della Repubblica di Weimar abbia aperto la via al trionfo del nazismo e ai campi di sterminio.

La serata è stata anche l’occasione per l’ammissione del nuovo socio Fausto Loria. Ecco il momento della sua presentazione al Club: al suo fianco la madrina Margherita Sola, accanto a loro la Presidente Francesca Simone e il secondo Vice Governatore e nostro socio Roberto Simone.

 

Mostra un Poster per la Pace a Saronno

Il nostro Socio Carlo Bertani,in qualità di officer distrettuale per il Poster per la Pace ha condotto a Saronno la cerimonia di inaugurazione della mostra e di premiazione dei vincitori del concorso. Trovate qui l'articolo apparso sulla rivista Vitalions numero 2, del dicembre 2018.

 

Festa degli auguri di Natale

Serata gioiosa per il Club, quella del 17 dicembre: dedicata agli scambi degli auguri di Natale, allietata dalla presenza dei bambini, della musica, dei canti, e dell’ingresso di tre nuovi soci.

Ecco il momento della loro presentazione al Club.

I nuovi soci: da sinistra Paolo MarraLucia D’Uboldo e Andrea Surdo: benvenuti!

 

LCIF “CAMPAGNA 100”

Lunedì 3 dicembre l’intermeeting fra i tre Lions Club Como Host, Como Lariano e Como Plinio il Giovane è stato dedicato alla Lions Club International Foundation (LCIF). Gabriele Necchi (nella foto di destra), coordinatore distrettuale LCIF, ha illustrato la “Campagna 100” di LCIF:  l’iniziativa destinata alla raccolta di 300 milioni di dollari in tre anni  per potenziare i service  dei Lions per la vista, i giovani, l’assistenza nei disastri, le cause umanitarie,  e in particolare per la lotta contro il diabete, la fame, il cancro infantile e per la protezione dell’ambiente.

Nella fotografia  di sinistra vediamo (da sinistra) Giuditta Barzetti (delegata LCIF Como Plinio il Giovane), Stefano Sampietro (past president COMO Host), Gabriele Necchi (coordinatore distrettuale LCIF) e Fabio Vercesi (presidente di Circoscrizione).

 

Premi 2018 del Como Host per studenti eccellenti

Dal 1994 (!!) il Lions Club Como Host ogni anno a novembre premia studenti eccellenti che hanno scelto le istituzioni pubbliche di alta formazione attive in Como per compiere i propri studi. Il Club vuole da un lato premiare questi studenti per il loro impegno e le loro capacità oltre che per aver scelto Como, dall’altro vuole mostrare alla società comasca la propria convinzione che l’impegno, la conoscenza, lo studio e la ricerca siano i più naturali creatori di un futuro migliore per il nostro territorio.

 

Per il Conservatorio di Como il premio va a Sara Romagnoli, di Pavia (seconda da destra nella fotografia, in cui da sinistra vediamo la sua docente di arpa, M.o  Maria Ester Gattoni, il M.o Vittorio Zago, vicedirettore del Conservatorio, il nostro socio prof. Roberto Negrini, che dal 1994 segue le procedure per l’attribuzione dei premi; a destra la nostra Presidente, dott.ssa Francesca Simone).

 

Per l’Università degli Studi dell’Insubria viene premiato Lorenzo Santambrogio, di Meda, secondo da destra nella fotografia, in cui appaiono da sinistra la prof. Barbara Pozzo, Direttrice del Dipartimento di diritto, economia e culture, da cui dipende il corso di laurea magistrale del premiato, e il prof. Stefano Serra Capizzano, Prorettore Vicario dell’Università.

 

Il premiato del Politecnico di Milano è Alessandro Caroli, di Padova, assente per malattia: per lui ritira il premio il prof. Fabio Salice, coordinatore dei corsi di ingegneria informatica a Como, al centro della foto.

 

Serata Lionistica

Festa tutta Lionistica la sera di questo 13 novembre: Giancarlo Balzaretti, Governatore del Distretto IB1, ha incontrato i tre Club della città e il Leo Club Como Chronos, alla presenza di numerose autorità Lions. Nel corso della serata, due nuovi soci sono stati ammessi al Leo Club, con il benvenuto del presidente del Distretto Leo IB1 Stefano Gallo.

 

Una lezione magistrale

Il Club ha dedicato la seconda serata di ottobre al nostro Vescovo, Mons. Oscar Cantoni, che ha tenuto una dettagliata lezione magistrale sul pensiero religioso e sociale di Papa Francesco.

Un intervento meditato e profondo, che ha evidenziato i valori fondamentali custoditi dal sommo pontefice: valori che nascono dalla religiosità e dal Vangelo, e che sono efficaci nel tenere unita, solidale e compartecipe la società umana.

 

Primo incontro di ottobre

Nel primo incontro di ottobre la dr.ssa Maura Massimino, Primaria di oncologia pediatrica dell'Istituto Nazionale dei Tumori, con la sua relazione ci ha illustrato la problematica del tumore in pediatria, e Raffaele Bianchi ha presentato l'Onlus "Il sogno di Ale", da lui creata in memoria del figlio Alessandro per raccogliere fondi per la ricerca nel settore dell'oncologia pediatrica. Li vediamo nella fotografia accanto alla locandina con i dati dell'Onlus.

Inoltre erano con noi Anna Viganò, ex paziente guarita, e Filippo Viganò, Vicepresidente dell'Onlus e amico di Alessandro.

 

Serata di festa lionistica per i quattro nuovi Soci

Il Lions Club Como Host ha dato il via all’annata 2018/19 dedicando la prima serata all’incontro con numerose autorità lionistiche, per ravvivare lo spirito lionistico e l’amicizia tra i Club; nell’occasione abbiamo anche avuto il piacere di ammettere quattro nuovi soci.

La fotografia ritrae il momento finale dell’ammissione dei quattro nuovi soci Lions; da sinistra a destra vediamo:

Ivan Messineo, Cerimoniere del Club; Francesca Simone, Presidente del Club; Luca Risi, nuovo Socio;  Maurizio Loria, nuovo Socio; Roberto Simone, secondo vice Governatore del Distetto e past President del nostro Club; Angela Bracuto, Presidente della Zona A della I Circoscrizione;  Maria Casartelli, nuova Socia; Mario Gorla, nuovo Socio; Giancarlo Balzaretti, Governatore del Distretto; Fabio Vercesi,  Presidente della I Circoscrizione e Socio del Club.

Diamo un cordiale benvenuto ai nostri nuovi Soci!

 

Auguri alla nuova Presidente!

La sessantacinquesima annata lionistica del Lions Club Como Host è cominciata: nella foto, la nuova Presidente Francesca Simone saluta il past Presidente Stefano Sampietro

Alla serata ha partecipato il Governatore 2017-18 del Distretto 108 IB 1 Franco Guidetti, con una nutrita schiera di autorità lionistiche, tra cui i past Governatori Letizia Ongaro, Francesco Peronese e Salvatore Trovato.

La serata è stata arricchita dalle esibizioni musicali della mezzosoprano Benedetta Mazzetto, con al pianoforte Satomi Hotta e Marco Rossi: con noi era anche il Presidente del Conservatorio di Como, Enzo Fiano.

 

Le tre giornate del gemellaggio 2018

Come ogni anno, l'incontro con i Club gemelli di Esslingen (Germania) e di Montbéliard (Francia) si è svolto in un'atmosfera amichevole e cordiale. Questa volta l'incontro ha avuto luogo a Como a cura del Como Host: tre giorni piacevoli nel weekend di metà giugno in cui i Club hanno potuto rinnovare i legami di un'amicizia che data da molti anni.

Insieme, come ogni volta, i tre Club hanno poi potuto contribuire a un service in comune: quest'anno è toccato al service promosso dal nostro Leo Club Como Chronos: dotare un giardinetto in città di attrezzature ludiche adatte a tutti i bambini, in modo che anche i diversamente abili potranno giocare con i loro coetanei. Nella foto, il momento della consegna del contributo per il finanziamento del service.

 

Luciano Fontana: "Un Paese senza leader"

Il primo incontro di giugno del Club ha avuto come relatore il dott. Luciano Fontana, Direttore del Corriere della Sera, che basandosi su alcuni dei famosi personaggi politici descritti nel suo ultimo libro "Un Paese senza leader" ha tenuto una lezione di giornalismo e di politica: una nitida ed equilibrata discussione sui motivi della crisi dei partiti che fino a pochi mesi fa dominavano la scena politica italiana.

Nel pomeriggio il dott. Fontana era stato il protagonista dell'incontro organizzato dal nostro socio dott. Giorgio Albonico, nell'ambito delle manifestazioni del Premio internazionale di letteratura "Città di Como".

Nella stessa serata abbiamo festeggiato la studentessa Oliana Saccenti, della classe terza A delle scuole medie del Collegio Gallio di Como, che con il suo disegno riprodotto qui sotto ha vinto la gara di "Un poster per la pace" della sua scuola e parteciperà ora al concorso organizzato dalla nostra Circoscrizione Lions e competerà con i vincitori delle altre scuole.

 

Il Dosso Pisani

Nel primo incontro di maggio, svolto in intermeeting con il Lions Club Como Plinio il Giovane e il Lions Club Como Lariano, i figli della signora Pisani Dossi, Alvise e Nicolò Reverdini, hanno tenuto una relazione dal titolo "Dosso Pisani: dimora storica del territorio". Per la sua posizione panoramica e la sua architettura molto riconoscibile e significativa il Dosso Pisani spicca nel paesaggio del primo bacino del lago ed è  costantemente sotto gli occhi dei comaschi: ma in realtà la sua storia non è nota quanto merita. I nostri due relatori hanno illustrato in modo completo e interessante sia la storia e il pregio architettonico del Dosso, sia la figura di Carlo Dossi, che lo volle costruire.

Per maggiori informazioni basta un click su  it.wikipedia.org/wiki/Dosso_Pisani 

e su  it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Dossi   .

 

Prevenzione dell'ambliopia

Locandina dell'intervento a favore dei bambini per la diagnosi precoce dell'ambliopia, organizzato presso la Sala Stemmi del Comune di Como.

 

Lions Day e un Poster per la pace

Il Como Host ha partecipato in modo significativo all'organizzazione e alla gestione degli eventi del Lions Day della Zona A della I Circoscrizione Lions (domenica 8 aprile) e del concorso Un poster per la pace, culminato nella mostra al Broletto (7 e 8 aprile).

Tutti i contributi degli sponsor e tutti i ricavati degli eventi vengono donati al Centro Lions di Limbiate dove vengono addestrati i cani guida che sono poi affidati a persone non vedenti.

Un'iniziativa meravigliosa destinata a cambiare la vita dei destinatari dei cani. Cani che diventeranno fondamentali ed inseparabili compagni dei loro padroni, aiutandoli ad affrontare e superare le difficoltà che accompagnano la vita di una persona non vedente. La struttura di Limbiate nasce nel 1959 e fino ad oggi ha consegnato circa 2150 cani addestrati con una disponibilità attuale di circa 50 cani all'anno.

Qui di seguito vediamo la locandina del Lions Day, un estratto dal comunicato stampa del Poster per la pace, alcune fotografie degli eventi e la riproduzione di un articolo del giornale "La Provincia di Como".

  Estratto dal COMUNICATO STAMPA 2018:

" UN POSTER PER LA PACE".. è un concorso di disegno riservato ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni, gli alunni delle nostre Scuole Medie.

Tema del disegno è "Il futuro della Pace", un argomento del quale non si parla mai abbastanza. Anche quest'anno sono circa 100 le Nazioni nel mondo aderenti all'iniziativa con un totale di quasi 440.000 ragazzi partecipanti.

La valutazione delle opere realizzate avviene a più livelli, fino alla identificazione dei 24 disegni più apprezzati che voleranno a New York con i loro autori e le loro famiglie. Qui, nella sede dell'ONU, avverrà la scelta finale.

A Como si è ormai giunti alla undicesima edizione di una esposizione collettiva che raccoglie i disegni eseguiti quest'anno in 15 tra Scuole ed Istituti della provincia. Ciascuna Scuola è presente con più classi.

Oltre 800 sono le opere che saranno esposte nel salone del Broletto, a testimonianza dell'interesse riservato a questa iniziativa che, al suo esordio, aveva raccolto 270 disegni.

La mostra sarà aperta sabato 7 e domenica 8  aprile dalle 10 alle 17. Tutti i visitatori potranno votare i tre disegni preferiti fino alle 14 di domenica. La premiazione avverrà domenica dalle ore 17.

L'organizzazione locale è a cura del "Comitato un Poster per la Pace" diretto dalla dott. Donatella Moroni del Lions Club Plinio il Giovane.

 

 

Serata musicale

Per l’appuntamento di marzo ci siamo riuniti preso il Conservatorio di Como, incontrando il presidente Enzo Fiano, il direttore maestro Carlo Balzaretti e il maestro arch. Marco Rossi, che cura l’ufficio stampa del Consrvatorio. Gli allievi Victor Gordo al pianoforte,  Luca Gorla all’organo e Matilde Pintor al flauto si sono magnificamente esibiti, assieme al maestro Balzaretti e al maestro Rossi. Una bella serata che ha evidenziato la sintonia tra Club e Conservatorio: e il collegamento tra i due enti è personificato dal nostro socio, maestro Luca Bassetto, che del Conservatorio è stato il direttore fondatore.

 

La festa dei vent'anni del Leo Club Como Chronos

Il secondo incontro di febbraio è stato dedicato al festeggiamento dei venti anni del Leo Club Como Chronos (trovi il Como Chronos in facebook e instagram ), di cui il Como Host fu promotore e sponsor: la Charter di costituzione del Leo Club è del 1998.

In un’atmosfera allegra e cordiale,  l’intermeeting tra Como Chronos e Como Host ha visto la partecipazione di autorità lionistiche e di un buon numero di past-president del Como Chronos.

I past-president nei loro interventi hanno rivolto uno sguardo al passato, e per il futuro immediato la Presidente del Como Chronos Annarita d’Andrea ha presentato un nuovo service a cui parteciperà anche il Como Host: il primo di una lunga serie di service che certamente i due Club attueranno in cooperazione.

 

La dolcezza del torrone friabile

La prima conviviale di febbraio, in intermeeting con il Kiwanis Club Como,  è stata dedicata al torrone e ai dolci dell’impresa Sebaste  ( www.sebaste.it ) di Grinzane Cavour: la signora Egle Sebaste e il figlio Matteo ci hanno presentato la storia della Sebaste, frutto della passione della famiglia che da 5 generazioni si dedica al lavoro e alla qualità dei prodotti, traendo vitalità dalla tradizione dolciaria del proprio territorio..

 

I balconi della piazza del Duomo di Como

La conviviale di gennaio, in intermeeting con il Lions Club Plinio il Giovane, ha preso il via da un curioso scritto di Carla Porta Musa, apparso sulla rivista Como verso la metà del decennio del 1960, e che si può scaricare cliccando qui.

Il lavoro, elegante e colto come al solito, è dedicato ai balconi della piazza del Duomo di Como. L’autrice dice che li ha contati e che sono 41: ciò ha stimolato l’interesse del nostro presidente, arch. Stefano Sampietro, che ci dice che proprio non si capisce come sia arrivata a questo numero: evidentemente alla scrittrice interessava mostrare il proprio affetto per Como, non le proprie abilità aritmetiche. Nel suo intervento Stefano Sampietro ha illustrato le principali caratteristiche dei balconi e degli edifici della piazza, usando le fotografie del socio Roberto Negrini, il quale ha anche compiuto delle divagazioni sulla fotografia e sulla difficoltà di contare in modo sicuro…

Un articolo sulla conferenza è apparso nel numero di primavera di "What's on - Como event guide" e lo trovate riprodotto qui.

In Wikipedia Carla Porta Musa è in: https://it.wikipedia.org/wiki/Carla_Porta_Musa

 

Auguri musicali

La conviviale dello scambio degli auguri ha visto la partecipazione di Luigi Monti del Conservatorio di Como, che ci ha condotto nel mondo dell’operetta, intrattenendoci soprattutto sull’autore comasco d’adozione Virgilio Ranzato (vedi  https://it.wikipedia.org/wiki/Virgilio_Ranzato ) e guidandoci briosamente all’ascolto di registrazioni d’epoca di brani dalle due operette Il paese dei campanelli e Cin Ci La del Ranzato: musiche perfettamente in sintonia con l’allegria della serata.

 

Bravi, siete eccellenti: ecco i premiati del 2017

Il futuro della nostra società verrà costruito soprattutto da ragazzi brillanti, intelligenti e affidabili che oggi stanno eccellendo negli studi, senza cercare scorciatoie e facilitazioni,  e che credono nel futuro di Como.

Tra di loro ci sono i giovani che il Lions Club Como Host propone agli altri ragazzi come esempi da seguire.  Ed è per questo che durante la seconda conviviale di novembre il Lions Club Como Host premia gli studenti che spiccano tra le neo-matricole dei bienni di laurea magistrale delle istituzioni universitarie pubbliche attive a Como.

Premi che il Club assegna da più di vent’anni: certamente sono tanti anni, e nel frattempo i soci del Club sono via via  cambiati, ma in questi anni è continuata e si è rafforzata l'intenzione di dire a eccellenti studenti “bravo,  ti ammiriamo, Como conta su di te”.

Nella fotografia vedete i premiati di quest’anno: da sinistra Greta Bertarini, del corso di laurea magistrale in chimica dell’Università degli studi dell’Insubria; Susanna Pozzoli, del corso di laurea magistrale (in inglese) in Computer science and engineering del Politecnico di Milano;  Giona Pasquetto, del corso di clarinetto del Conservatorio di musica “Giuseppe Verdi” di Como.

Al loro fianco, a sinistra Stefano Sampietro, Presidente del Como Host. A destra Annarita D’Andrea, Presidente del Leo Club Como Chronos, e Roberto Negrini, del Politecnico di Milano e del Como Host, da sempre curatore dell’assegnazione dei premi.

 

I Lions e i Leo di Como incontrano il Governatore

Lunedì 13 novembre nella Sala Bianca del Teatro Sociale, durante la consueta riunione annuale, il Governatore del Distretto Lions 108 IB 1 Franco Guidetti ha incontrato i soci dei Lions Club di Como, assieme alla Presidente della Circoscrizione Anna Maria Peronese, al Presidente di Zona Mario Giudici e al Segretario di Circoscrizione Simone Cattaneo.

Li vedete nella fotografia, assieme ai presidenti del Lions CLub Como Host Stefano Sampietro, del Lions Club Como Lariano Luisella Saldarini, del Lions Club Como Plinio il Giovane Rosanna Faverio Jemoli, del Leo Club Como Chronos Annarita D’Andrea.

Un’occasione per discutere dei service che i Club stanno mettendo in campo, per stringere rapporti ancora più saldi e per rinnovare la volontà di contribuire alla crescita della solidarietà e della cultura nella nostra società.

 

Gioachino Rossini, la sua musica e il suo cibo:

Marco Berti e Ketty Magni

   Marco Berti

L’intermeeting del 6 novembre 2017, organizzato dal L.C. Como Lariano, ha riunito il L.C. Como Host, il L.C. Plinio il Giovane e il L. C. Cernobbio ed è stato dedicato al Maestro Gioachino Rossini in due modi complementari.

In primo luogo abbiamo avuto la presenza di Marco Berti, tenore dalle grandi capacità vocali e  interpretative, nato a Como. Rappresenta l'espressione più classica della "Voce  all’italiana”, essendo dotato di una voce suadente ed espressiva, molto corposa.

In secondo luogo è intervenuta la scrittrice  Ketty Magni, autrice del libro “Rossini, la musica del Cibo”, perfettamente in linea con i gusti del Maestro (e con il menu della conviviale).

  “Rossini, la musica del Cibo” di Ketty Magni

 

"Prima di Como": la mostra in San Pietro in Atrio

Proseguendo nello sviluppo dei temi dedicati a Como, la seconda conviviale di ottobre del Club è stata dedicata alla Como preromana. La dottoressa Marina Uboldi, archeologa e conservatrice dei Musei Civici di Como, ci ha guidati, assieme al Socio dott. Giancarlo Frigerio, durante la visita pomeridiana in San Pietro in Atrio alla mostra “Prima di Como”, alla cui realizzazione ha collaborato. Poi durante la conviviale ha tenuto una dotta relazione sui reperti presentati nella mostra, comprendenti sia oggetti trovati durante gli scavi eseguiti per la realizzazione del nuovo ospedale Sant’Anna, sia reperti provenienti dalle collezioni protostoriche del Museo Archeologico Giovio.

 

L'Accademia Galli, lo IED e il futuro di Como

Salvatore Amura, Presidente dell'Accademia di Belle Arti Aldo Galli e responsabile delle Relazioni istituzionali del gruppo IED (Istituto Europeo del Design), è stato con noi nella prima conviviale di ottobre e ha tenuto una lucida, informata e accorata relazione sul futuro di Como e sulle sue possibilità di sviluppo basate sulla presenza delle istituzioni di alta formazione (Accademia Galli, Politecnico di Milano, Università dell'Insubria e Conservatorio), sostenendo che Como potrà avere un futuro degno del suo passato solo se saprà offrire a queste istituzioni il necessario per sviluppare qui la loro capacità di attrarre intelligenze da tutto il mondo. Non sono queste istituzioni ad avere bisogno di Como, ma è la nostra città che ha bisogno di esse, per evitare che il proprio futuro consista solo in un lento declino.

Basandosi su queste considerazioni, il nostro socio Antonio Marino ha scritto un bell'intervento su "La Provincia di Como", che in prima pagina comincia come è riportato subito qui sotto, ma che con un click qui potete vedere nella sua interezza.

Antonio Spallino, socio dal 1954 al 2017

 

Il Lions club Como Host inizia una nuova annata lionistica: la sessantaquattresima.

Dal giornale "La Provincia di Como":

Come la tradizione vuole da ormai 64 anni, nell'ultima conviviale di giugno il Como Host festeggia il cambio della Presidenza, incarico che per tradizione è annuale.

Un grande ringraziamento al Past President Silvio D'Andrea e i migliori auguri di una splendida annata al nuovo Presidente Stefano Sampietro!

 


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Gagliardetto del Lions Club Como Host, disegnato da Mario Radice, pittore astrattista, socio fondatore nel 1953 e Presidente 1961-62 del club.

(Vedi in wikipedia:  Mario Radice.)

(Storia compatta del club e del suo gagliardetto:  storia )

______________________________________

LIONS CLUB COMO HOST:

L'11 ottobre 1953, sotto gli auspici del Lions Club di Bergamo, venne fondato il Lions Club di Como.

Fu il settimo club che si costituì in Italia, dopo Milano, Napoli, Torino, Firenze, Bergamo e Pescara.

Da allora, sessant'anni di attenzione alla nostra comunità, alla sua storia, alla sua cultura, alle sue necessità. E sessant'anni di amicizia tra i soci.

Nella sua storia il club ha promosso la fondazione di altri club:

Sondrio, nel 1955;

Olgiate Comasco, nel 1973;

Como Lariano, nel 1976;

Como Plinio il Giovane, nel 1988;

Leo Club Como Chronos, nel 1988.

Nello statuto originario del club Como Host - scritto nel 1953 - i fondatori avevano stabilito che i soci devono essere uomini qualificati e rappresentativi dei diversi ceti professionali.

Il club ha fatto nella sua lunga storia quello che hanno scelto di fare i soci fondatori:

interessarsi alla cultura;

interessarsi alla solidarietà;

interessarsi alla città di Como.

I soci sono persone:

che hanno capacità decisionale;

che hanno capacità propositiva;

che si pongono al servizio della società;

che amano la loro città;

che amano il loro club.

I soci scelgono di:

impegnarsi nella società;

partecipare  alla vita della città di Como;

promuovere la solidarietà nei confronti della comunità di cui fanno parte.

 

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Ogni giorno i Lions vanno incontro ai bisogni delle loro comunità locali e del mondo, perché condividono un principio fondamentale: il servizio alle proprie comunità.

Lions Clubs International è l'organizzazione di club di servizio più grande al mondo, con 1,35 milioni di soci in oltre 45.000 club, distribuiti in 206 paesi e aree geografiche.

Noi Lions abbiamo una lunga storia. Fondata nel 1917, e conosciuta principalmente per la lotta alla cecità, la nostra associazione è anche impegnata in attività di volontariato per diversi tipi di progetti comunitari, tra cui la difesa dell'ambiente, la distribuzione di cibo ai bisognosi e l’assistenza agli anziani e ai disabili.

I Lions donano la vista. Grazie ad esami diagnostici della vista, alla fornitura di apparecchiature a ospedali e ambulatori, alla distribuzione di medicinali e alla sensibilizzazione dell'opinione pubblica sulle malattie della vista, i Lions sono impegnati nella loro missione di donare la vista a tutti. Abbiamo esteso il nostro impegno a favore della vista tramite innumerevoli iniziative a livello locale e attraverso il nostro programma internazionale SightFirst, il cui obiettivo è quello di eliminare la cecità.

I Lions servono i giovani. I nostri progetti comunitari spesso offrono supporto ai bambini e alle scuole locali con borse di studio, servizi ricreativi e mentorato. A livello internazionale, offriamo diversi programmi, tra cui il concorso Un Poster per la Pace, il programma Campi e Scambi Giovanili e Lions Quest.

Il nostro Programma Leo offre ai giovani di tutto il mondo un'opportunità di sviluppo personale attraverso il volontariato. Si contano al momento circa 144.000 Leo e 5.700 Leo club, in oltre 140 paesi di tutto il mondo.

I Lions offrono sussidi. Dal 1968 a oggi, la Fondazione di Lions Clubs International (LCIF) ha distribuito oltre 700 milioni di dollari in sussidi, per supportare progetti umanitari Lions in tutto il mondo. LCIF è stata classificata nel 2007 come la prima organizzazione non governativa del mondo da uno studio del Financial Times.

I Lions offrono aiuto in caso di calamità. Insieme, la nostra Fondazione e i Lions, aiutano le comunità che sono state vittime di calamità naturali, fornendo loro beni di prima necessità, come cibo, acqua, abbigliamento e scorte di medicinali, oltre all'assistenza per la ricostruzione a lungo termine.

I Lions sono attivi. Il nostro motto è "Noi serviamo." I Lions sono parte di un network di servizi mondiale e operano, facendo tutto ciò che è necessario per aiutare le nostre comunità locali.

Per ulteriori informazioni sui Lions Club, visitate www.lionsclubs.org/it

 

Lions Clubs International è l’organizzazione di club di servizio più grande al mondo con più di 1 milione 400 mila soci in circa 46 mila club distribuiti in oltre 200 paesi e aree geografiche di tutto il mondo.

Notizie da Lions Clubs International
Connect with Us Online
Twitter