Riunioni
Soci

Auguri musicali

La conviviale dello scambio degli auguri ha visto la partecipazione di Luigi Monti del Conservatorio di Como, che ci ha condotto nel mondo dell’operetta, intrattenendoci soprattutto sull’autore comasco d’adozione Virgilio Ranzato (vedi  https://it.wikipedia.org/wiki/Virgilio_Ranzato ) e guidandoci briosamente all’ascolto di registrazioni d’epoca di brani dalle due operette Il paese dei campanelli e Cin Ci La del Ranzato: musiche perfettamente in sintonia con l’allegria della serata.

 

Bravi, siete eccellenti: ecco i premiati del 2017

Il futuro della nostra società verrà costruito soprattutto da ragazzi brillanti, intelligenti e affidabili che oggi stanno eccellendo negli studi, senza cercare scorciatoie e facilitazioni,  e che credono nel futuro di Como.

Tra di loro ci sono i giovani che il Lions Club Como Host propone agli altri ragazzi come esempi da seguire.  Ed è per questo che durante la seconda conviviale di novembre il Lions Club Como Host premia gli studenti che spiccano tra le neo-matricole dei bienni di laurea magistrale delle istituzioni universitarie pubbliche attive a Como.

Premi che il Club assegna da più di vent’anni: certamente sono tanti anni, e nel frattempo i soci del Club sono via via  cambiati, ma in questi anni è continuata e si è rafforzata l'intenzione di dire a eccellenti studenti “bravo,  ti ammiriamo, Como conta su di te”.

Nella fotografia vedete i premiati di quest’anno: da sinistra Greta Bertarini, del corso di laurea magistrale in chimica dell’Università degli studi dell’Insubria; Susanna Pozzoli, del corso di laurea magistrale (in inglese) in Computer science and engineering del Politecnico di Milano;  Giona Pasquetto, del corso di clarinetto del Conservatorio di musica “Giuseppe Verdi” di Como.

Al loro fianco, a sinistra Stefano Sampietro, Presidente del Como Host. A destra Annarita D’Andrea, Presidente del Leo Club Como Chronos, e Roberto Negrini, del Politecnico di Milano e del Como Host, da sempre curatore dell’assegnazione dei premi.

 

I Lions e i Leo di Como incontrano il Governatore

Lunedì 13 novembre nella Sala Bianca del Teatro Sociale, durante la consueta riunione annuale, il Governatore del Distretto Lions 108 IB 1 Franco Guidetti ha incontrato i soci dei Lions Club di Como, assieme alla Presidente della Circoscrizione Anna Maria Peronese, al Presidente di Zona Mario Giudici e al Segretario di Circoscrizione Simone Cattaneo.

Li vedete nella fotografia, assieme ai presidenti del Lions CLub Como Host Stefano Sampietro, del Lions Club Como Lariano Luisella Saldarini, del Lions Club Como Plinio il Giovane Rosanna Faverio Jemoli, del Leo Club Como Chronos Annarita D’Andrea.

Un’occasione per discutere dei service che i Club stanno mettendo in campo, per stringere rapporti ancora più saldi e per rinnovare la volontà di contribuire alla crescita della solidarietà e della cultura nella nostra società.

 

Gioachino Rossini, la sua musica e il suo cibo:

Marco Berti e Ketty Magni

   Marco Berti

L’intermeeting del 6 novembre 2017, organizzato dal L.C. Como Lariano, ha riunito il L.C. Como Host, il L.C. Plinio il Giovane e il L. C. Cernobbio ed è stato dedicato al Maestro Gioachino Rossini in due modi complementari.

In primo luogo abbiamo avuto la presenza di Marco Berti, tenore dalle grandi capacità vocali e  interpretative, nato a Como. Rappresenta l'espressione più classica della "Voce  all’italiana”, essendo dotato di una voce suadente ed espressiva, molto corposa.

In secondo luogo è intervenuta la scrittrice  Ketty Magni, autrice del libro “Rossini, la musica del Cibo”, perfettamente in linea con i gusti del Maestro (e con il menu della conviviale).

  “Rossini, la musica del Cibo” di Ketty Magni

 

"Prima di Como": la mostra in San Pietro in Atrio

Proseguendo nello sviluppo dei temi dedicati a Como, la seconda conviviale di ottobre del Club è stata dedicata alla Como preromana. La dottoressa Marina Uboldi, archeologa e conservatrice dei Musei Civici di Como, ci ha guidati, assieme al Socio dott. Giancarlo Frigerio, durante la visita pomeridiana in San Pietro in Atrio alla mostra “Prima di Como”, alla cui realizzazione ha collaborato. Poi durante la conviviale ha tenuto una dotta relazione sui reperti presentati nella mostra, comprendenti sia oggetti trovati durante gli scavi eseguiti per la realizzazione del nuovo ospedale Sant’Anna, sia reperti provenienti dalle collezioni protostoriche del Museo Archeologico Giovio.

 

L'Accademia Galli, lo IED e il futuro di Como

Salvatore Amura, Presidente dell'Accademia di Belle Arti Aldo Galli e responsabile delle Relazioni istituzionali del gruppo IED (Istituto Europeo del Design), è stato con noi nella prima conviviale di ottobre e ha tenuto una lucida, informata e accorata relazione sul futuro di Como e sulle sue possibilità di sviluppo basate sulla presenza delle istituzioni di alta formazione (Accademia Galli, Politecnico di Milano, Università dell'Insubria e Conservatorio), sostenendo che Como potrà avere un futuro degno del suo passato solo se saprà offrire a queste istituzioni il necessario per sviluppare qui la loro capacità di attrarre intelligenze da tutto il mondo. Non sono queste istituzioni ad avere bisogno di Como, ma è la nostra città che ha bisogno di esse, per evitare che il proprio futuro consista solo in un lento declino.

Basandosi su queste considerazioni, il nostro socio Antonio Marino ha scritto un bell'intervento su "La Provincia di Como", che in prima pagina comincia come è riportato subito qui sotto, ma che con un click qui potete vedere nella sua interezza.

Antonio Spallino, socio dal 1954 al 2017

 

Il Lions club Como Host inizia una nuova annata lionistica: la sessantaquattresima.

Dal giornale "La Provincia di Como":

Come la tradizione vuole da ormai 64 anni, nell'ultima conviviale di giugno il Como Host festeggia il cambio della Presidenza, incarico che per tradizione è annuale.

Un grande ringraziamento al Past President Silvio D'Andrea e i migliori auguri di una splendida annata al nuovo Presidente Stefano Sampietro!

 

I pericoli dello "sballo"

Dal giornale "La Provincia di Como":

Il signor Salvatore Bellocco e il dottor Bruno Davide Pugliese.

La serata di lunedi 5 giugno è stata dedicata al tema delle droghe: il relatore, Dr. Bruno Davide Pugliese, responsabile del centro medico San Patrignano, ha tenuto una conferenza dal titolo “L’uso delle droghe tra devianza e disorganizzazione sociale: comprendere per prevenire”. Inoltre,  il signor Salvatore Bellocco, volontario di San Patrignano, ha portato una testimonianza preziosa sulle attività che si svolgono nella comunità di San Patrignano.

 

La sicurezza percepita

Dal giornale "La Provincia di Como":

Il secondo incontro di maggio ha visto la partecipazione del prof. Roberto Cornelli, professore associato di Medicina Legale del Dipartimento di giurisprudenza, Università di Milano Bicocca, che ha trattato il tema: “La richiesta individuale di sicurezza e i limiti della risposta delle istituzioni”. Una esposizione efficace, chiara e completa che ha suscitato molto interesse.

 

Un dono del "Como Host" e del "Monticello" per i bambini malati

Dal giornale "La Provincia di Como"...

... e dal sito di Espansione TV:

Testo dal sito di Espansione TV:

La pediatria dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia utilizzerà in pronto soccorso pediatrico l’anestesia a base di protossido di azoto. Un’apparecchiatura, del valore di 3mila euro donata dai Lions Club Monticello e Como Host, che permette di praticare, tra i primi reparti in Lombardia, la sedazione cosciente del bambino. Il protossido di azoto è un gas anestetico, già utilizzato da anni in sala operatoria, che ha proprietà sedative, ansiolitiche, moderatamente analgesiche e amnesiche. Viene somministrato per via inalatoria tramite una mascherina sotto forma di miscele di ossigeno. Induce uno stato di sedazione cosciente durante il quale vengono conservate la capacità di respirare autonomamente e la quella di rispondere a stimoli verbali. L’effetto si manifesta dopo tre minuti dalla somministrazione e altrettanto rapidamente scompare dopo la sua sospensione. Questo tipo di sedazione è utile ad esempio in caso di suture complesse, riduzione di fratture o prelievi difficili da eseguire quando il bimbo è agitato.

L’introduzione di questo macchinario prevedere l’attivazione di un percorso formativo per i medici e il personale infermieristico della Pediatria. Si ipotizza di completare questi passaggi e permettere l’utilizzo di questa procedura entro l’estate.

Il nostro motto è “siamo al servizio di” e anche in questo caso abbiamo rispettato i nostri principi donando un macchinario importante per la struttura ha detto Francesco Peronese, presidente del Lions Club Monticello.

 

Che cosa è il peccato?

Dal giornale "La Provincia di Como":

Nella prima riunione di aprile i Soci e gli ospiti del Como Host hanno incontrato Silvano Petrosino, Professore Associato di "Antropologia Religiosa e Media" dell'Università Cattolica del S. Cuore, che ha trattato in modo sorprendente, colto e affascinante il tema: "la fine del peccato ovvero il difficile senso del peccato".

 

Lions Day 2017

Sabato 8 e 9 aprile i Lions si sono incontrati in piazza del Duomo a Como, per promuovere i service e le iniziative del mondo Lions. In particolare, domenica si è tenuto il Lions Day 2017, una bella e riuscita manifestazione organizzata dai Club della prima Circoscrizione del  Distretto 108 IB1 (Circoscrizione presieduta da Roberto Simone, socio del nostro Lions Club Como Host).

 

Un Poster per la pace

Dal giornale "La Provincia di Como":

Il mondo Lions torna a riunirsi, come ogni anno, per raccogliere e mostrare i disegni dei ragazzi che vogliono credere in un mondo di pace, di bellezza e di amicizia: il Como Host ha dato il suo contributo all'0rganizzazione, in particolare con l'operosità dei soci Carlo Bertani e Alberto Merio

Per visitare l'esposizione dei disegni dei ragazzi, e votare per i più significativi, appuntamento sabato e domenica 8 e 9 aprile, a Como, al Broletto. Sabato l'incontro è anche sotto i portici del Broletto per il torneo di scacchi dei ragazzi. Poi, domenica, in Piazza Grimoldi (di fianco al Duomo) e in Piazza del Duomo, per il Lions Day.

 

Etica e politica

Dal giornale "La Provincia di Como":

Il secondo incontro di marzo ha visto il gradito ritorno del dott. Ferruccio de Bortoli, che ha discusso con i soci sui temi di etica e politica, verità e potere, presentando anche "Vidas" ( www.vidas.org ) associazione di cui è il presidente, a cui il Como Host ha dedicato un service

 

Le frodi alimentari

Nel primo incontro di marzo abbiamo ospitato il Generale dei Carabinieri della riserva Leopoldo Maria De' Filippi, già colonnello comandante del Gruppo Carabinieri Antisofisticazioni e Sanità di Milano e quindi comandante dei NAS dell'Italia settentrionale, che ha tenuto una conferenza dal titolo "Le frodi alimentari: il fenomeno, le attività di contrasto e i risvolti sulla sicurezza alimentare". Un argomento sviluppato in modo brillante e dettagliato, ricco di casi reali, che ha mostrato quanto siano diffuse e quanto possano essere pericolose per la nostra salute le frodi alimentari.

 

Andrea Vitali al Como Host

 Dal giornale "La Provincia di Como": 

Nella seconda conviviale di febbraio abbiamo ospitato il dottor Andrea Vitali, medico e scrittore ben noto e di grande successo, che ci ha intrattenuto con piacevole spirito e familiarità su un tema che gli è congeniale e che è stato alla base della sua creatività: "Il nostro Lago ispiratore di storie e romanzi".

 

Non dimentichiamo le criminali leggi razziali dei fascisti

Dal giornale "La Provincia di Como":

E’ facile e sbrigativo definire patologici e frutto di una grande follia gli orrendi crimini del nazismo. Parlare di follia del nazismo è un modo per respingere quel che è accaduto fuori dalla ragione e fuori dalla storia.

Il nazismo è stato un progetto politico; di più è stato una weltanschauung ideologica, una visione del mondo, condivisa e resa manifesta alle democrazie occidentali dal libro (Mein Kampf) scritto dallo stesso Hitler.

La responsabilità di quel che è accaduto non può essere, quindi, imputata solo a pochi fanatici criminali. Né è accettabile la teoria dei due totalitarismi (comunismo e nazismo) che ha contribuito a scaricare i tedeschi (e non solo) da ogni responsabilità politica traghettandoli anzi sulla sponda delle vittime. Amnesia e amnistia sono state le due parole chiave del dopoguerra per rimuovere colpe collettive che hanno consentito di addormentare le coscienze e facilitare il ritorno alla normalità di una innocenza collettiva.

Per non dimenticare il Lions Como Host ha invitato il Dr. Bruno Segre  autore del libro autobiografico "Che razza di Ebreo sono io", che è intervenuto, ieri lunedì 13 febbraio presso la Sala Bianca del Teatro Sociale, sul tema "Per non dimenticare: la storia di un ebreo irregolare".

Silvio D’Andrea

 

I social network e la verità

Nella prima conviviale di gennaio, in intermeeting con il Lions Club Monticello, abbiamo avuto con noi il dottor Ferruccio de Bortoli, che ci ha proposto una interessante analisi dei problemi dell’informazione nell’età dei Social network in confronto a quelli dei giornali, arricchita da sue esperienze come direttore del Corriere della Sera e del Sole 24 Ore. Problemi che riguardano la dialettica tra diritto alla privacy e diritto all’informazione, e soprattutto il conflitto tra verità e post-verità nel rapporto con la democrazia e l’informazione dell’elettore.

Il giornale "La Provincia" ha pubblicato un articolo, che potete scaricare cliccando qui, e anche questa informazione:

 

Dal giornale "La Provincia di Como"

Nella conviviale di dicembre abbiamo ospitato Mario Boselli, che ha discusso del futuro delle imprese che in Italia creano bellezza e ricchezza nel settore della moda: se affrontato con creatività, intelligenza e tecnologia questo futuro può continuare a essere ricco di soddisfazioni. Il giornale ha poi pubblicato due articoli ricavati dalla nostra serata: potete scaricare il primo cliccando qui e il secondo cliccando qui.

 

Dal giornale "La Provincia di Como"

Da ventidue anni il nostro Club con le proprie borse di studio  ringrazia in modo tangibile dei brillanti studenti, spesso stranieri, per aver scelto le istituzioni universitarie di Como, e dimostra di essere accanto a queste istituzioni, comprendendone appieno il valore e l'importanza per la nostra società.

Un ampio articolo sulle borse di studio è stato pubblicato sullo stesso giornale: lo otteniamo dalla rassegna stampa del Politecnico di Milano, cliccando qui.

I premiati del 2016:

per il Politecnico di Milano, Eldar Alasgarov, dell'Azerbaijan, laureato con lode  alla University of  Southampton, iscritto alla laurea magistrale in Ingegneria informatica;

per l'Università dell'Insubria, Nicolò Piedi, di Lissone, iscritto alla laurea magistrale in Lingue Moderne per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale;

per il Conservatorio, due vincitori ex-aequo:  Wu Ningjing, studentessa cinese (Triennio di Organo)  e  Grecia Grehuet Ramos, studentessa colombiana (Triennio di Contrabbasso).

 

Dal giornale "La Provincia di Como"

A testimonianza dell'interesse suscitato dalla nostra conviviale, in cui Giuseppe De Rita ha anticipato i contenuti più significativi del rapporto annuale sulla situazione socio-economica del nostro Paese che il Censis pubblicherà poi il 2 dicembre, "La Provincia" ha pubblicato a tutta pagina un articolo approfondito e significativo del nostro socio Antonio Marino: potete scaricare questo articolo cliccando qui.

 

Il Lions Club Como Host incontra il Governatore

Martedì 22 novembre 2016 il Club ha incontrato Carlo Massironi, Governatore del nostro Distretto 108 IB1. Un incontro cordiale e formativo, seguito da un piacevole intermeeting con i Lions Club Como Lariano e Plinio il Giovane, e con il Leo Chronos. Un intermeeting che ha messo in evidenza che i legami tra i club cittadini sono sempre più stretti ed efficaci.

 

Il senso del bello e l'essere umano

La seconda conviviale di ottobre ha visto la partecipazione dell'architetto Darko Pandakovic, che è stato Socio e Presidente del nostro Club. Darko ha discusso con noi temi profondi: le espressioni dell'arte e le manifestazioni della bellezza superano le differenze etniche e culturali? Il senso del bello è nell'inconscio di ogni essere umano, creato in noi dalla stessa selezione naturale, e in larga parte non è frutto del condizionamento culturale? Ed è solo l'incapacità individuale di estraniarsi dalle banalità quotidiane e dal rumore della società che limita la sensibilità al bello?

 

Il premio Città di Como

Nella prima conviviale di ottobre lo scrittore dr. Giorgio Albonico ci ha parlato della sua esperienza di autore e dei motivi e delle storie che lo hanno ispirato, a partire dai grandi della Grecia antica per arrivare fino al noto delitto di Villa d'Este dell'immediato secondo dopoguerra. Partendo dalla fantasia di queste sue creazioni il dottor Albonico è poi passato a trattare la  realtà del premio letterario Città di Como, da lui voluto e realizzato.

 

"Una Costituzione migliore?"

La seconda conviviale di settembre, in intermeeting con il Lions Club Monticello, ha avuto l'intervento di Filippo Pizzolato, professore associato di  Istituzioni di diritto pubblico presso l'Università di Milano Bicocca, che ha tenuto una chiarissima e approfondita relazione sulla riforma costituzionale che il 4 dicembre sarà oggetto di referendum.

 

Dal giornale "La Provincia di Como"

INIZIA LA SESSANTATREESIMA ANNATA DEL LIONS CLUB COMO HOST

 

Con la cerimonia dello scambio delle cariche, lo scorso 4 luglio Silvio D'Andrea  (a sinistra nella foto) è diventato presidente, e  Fausto Arneri Borghese past-president.

A Silvio vanno tutti i nostri auguri di una lieta e proficua annata lionistica 2016-2017.


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Gagliardetto del Lions Club Como Host, disegnato da Mario Radice, pittore astrattista, socio fondatore nel 1953 e Presidente 1961-62 del club.

(Vedi in wikipedia:  Mario Radice.)

(Storia compatta del club e del suo gagliardetto:  storia )

______________________________________

LIONS CLUB COMO HOST:

L'11 ottobre 1953, sotto gli auspici del Lions Club di Bergamo, venne fondato il Lions Club di Como.

Fu il settimo club che si costituì in Italia, dopo Milano, Napoli, Torino, Firenze, Bergamo e Pescara.

Da allora, sessant'anni di attenzione alla nostra comunità, alla sua storia, alla sua cultura, alle sue necessità. E sessant'anni di amicizia tra i soci.

Nella sua storia il club ha promosso la fondazione di altri club:

Sondrio, nel 1955;

Olgiate Comasco, nel 1973;

Como Lariano, nel 1976;

Como Plinio il Giovane, nel 1988;

Leo Club Como Chronos, nel 1988.

Nello statuto originario del club Como Host - scritto nel 1953 - i fondatori avevano stabilito che i soci devono essere uomini qualificati e rappresentativi dei diversi ceti professionali.

Il club ha fatto nella sua lunga storia quello che hanno scelto di fare i soci fondatori:

interessarsi alla cultura;

interessarsi alla solidarietà;

interessarsi alla città di Como.

I soci sono persone:

che hanno capacità decisionale;

che hanno capacità propositiva;

che si pongono al servizio della società;

che amano la loro città;

che amano il loro club.

I soci scelgono di:

impegnarsi nella società;

partecipare  alla vita della città di Como;

promuovere la solidarietà nei confronti della comunità di cui fanno parte.

 

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Ogni giorno i Lions vanno incontro ai bisogni delle loro comunità locali e del mondo, perché condividono un principio fondamentale: il servizio alle proprie comunità.

Lions Clubs International è l'organizzazione di club di servizio più grande al mondo, con 1,35 milioni di soci in oltre 45.000 club, distribuiti in 206 paesi e aree geografiche.

Noi Lions abbiamo una lunga storia. Fondata nel 1917, e conosciuta principalmente per la lotta alla cecità, la nostra associazione è anche impegnata in attività di volontariato per diversi tipi di progetti comunitari, tra cui la difesa dell'ambiente, la distribuzione di cibo ai bisognosi e l’assistenza agli anziani e ai disabili.

I Lions donano la vista. Grazie ad esami diagnostici della vista, alla fornitura di apparecchiature a ospedali e ambulatori, alla distribuzione di medicinali e alla sensibilizzazione dell'opinione pubblica sulle malattie della vista, i Lions sono impegnati nella loro missione di donare la vista a tutti. Abbiamo esteso il nostro impegno a favore della vista tramite innumerevoli iniziative a livello locale e attraverso il nostro programma internazionale SightFirst, il cui obiettivo è quello di eliminare la cecità.

I Lions servono i giovani. I nostri progetti comunitari spesso offrono supporto ai bambini e alle scuole locali con borse di studio, servizi ricreativi e mentorato. A livello internazionale, offriamo diversi programmi, tra cui il concorso Un Poster per la Pace, il programma Campi e Scambi Giovanili e Lions Quest.

Il nostro Programma Leo offre ai giovani di tutto il mondo un'opportunità di sviluppo personale attraverso il volontariato. Si contano al momento circa 144.000 Leo e 5.700 Leo club, in oltre 140 paesi di tutto il mondo.

I Lions offrono sussidi. Dal 1968 a oggi, la Fondazione di Lions Clubs International (LCIF) ha distribuito oltre 700 milioni di dollari in sussidi, per supportare progetti umanitari Lions in tutto il mondo. LCIF è stata classificata nel 2007 come la prima organizzazione non governativa del mondo da uno studio del Financial Times.

I Lions offrono aiuto in caso di calamità. Insieme, la nostra Fondazione e i Lions, aiutano le comunità che sono state vittime di calamità naturali, fornendo loro beni di prima necessità, come cibo, acqua, abbigliamento e scorte di medicinali, oltre all'assistenza per la ricostruzione a lungo termine.

I Lions sono attivi. Il nostro motto è "Noi serviamo." I Lions sono parte di un network di servizi mondiale e operano, facendo tutto ciò che è necessario per aiutare le nostre comunità locali.

Per ulteriori informazioni sui Lions Club, visitate www.lionsclubs.org/it

 

Lions Clubs International è l’organizzazione di club di servizio più grande al mondo con più di 1 milione 400 mila soci in circa 46 mila club distribuiti in oltre 200 paesi e aree geografiche di tutto il mondo.

Manifestazioni in vetrina
Notizie da Lions Clubs International
Connect with Us Online
Twitter