Riunioni
Soci

 

LIONS CLUBS INTERNATIONAL

è l'organizzazione di Club di assistenza più grande del mondo.

Abbiamo 1,35 milioni di soci in oltre 45.000 club in tutto il mondo.

I Lions sono ovunque. Siamo uomini e donne attivi in oltre 206 paesi e aree geografiche.

I Lions hanno una storia variegata. Fondata nel 1917, la nostra associazione è conosciuta principalmente per la lotta alla cecità, che è parte della nostra storia e anche del nostro lavoro odierno. Prestiamo però anche servizio di volontariato in molti tipi di progetti comunitari, tra cui protezione dell'ambiente, distribuzione di cibo ai bisognosi e aiuto agli anziani e ai disabili.

I Lions restituiscono la vista. Tramite la conduzione di screening della vista, la fornitura di apparecchiature a ospedali e ambulatori, la distribuzione di medicinali e la sensibilizzazione dell'opinione pubblica sulle malattie della vista, i Lions sono impegnati nella loro missione di garantire la vista per tutti. Abbiamo esteso il nostro impegno a favore della vista tramite innumerevoli iniziative a livello locale e attraverso il nostro programma internazionale SightFirst, il cui obiettivo è eliminare la cecità.

I Lions servono i giovani. I nostri progetti comunitari spesso sostengono bambini e scuole locali con borse di studio, servizi ricreativi e mentori. A livello internazionale abbiamo sviluppato diversi programmi, tra cui il concorso Un Poster per la Pace, il programma di campi e scambi giovanili e Lions Quest.

Il nostro
Programma Leo fornisce ai giovani di tutto il mondo un'opportunità di sviluppo personale tramite il volontariato. Attualmente abbiamo circa 144.000 Leo e 5.700 Leo club, in oltre 140 paesi in tutto il mondo.

I Lions assegnano sussidi. Dal 1968, Lions Clubs International Foundation (LCIF) ha assegnato oltre 700 milioni USD in sussidi a sostegno dei progetti umanitari Lions in tutto il mondo. LCIF è stata classificata nel 2007 prima organizzazione non governativa in uno studio del Financial Times.

Lavorando insieme, la nostra fondazione e i Lions portano soccorso alle comunità colpite da calamità naturali, fornendo generi di prima necessità come cibo, acqua, vestiti e medicinali, oltre a collaborare a programmi di ricostruzione a lungo termine.

I Lions sono attivi. Il nostro motto è "Noi serviamo". I Lions sono parte di una rete di servizio globale e fanno tutto ciò che è necessario per aiutare le comunità locali.

________________________________________________________________________

 

Presentazione del Club

Il Club, con la sponsorizzazione dei Lions Club Roma Host e Roma Capitolium e con la consegna della “Carta Costituzionale” (Charter) il 19 Maggio 1962, nasce sul territorio dei Comuni di Civitavecchia e Santa Marinella, con la sua frazione di Santa Severa, e si estende nelle aree dei Comuni di Tolfa ed Allumiere.

Costituito da un ristretto numero di Soci Fondatori, nel tempo vede accrescersi il numero dei Soci effettivi, persone di qualità e rappresentativi delle categorie professionali e dirigenziali del territorio.

Nel corso degli anni, in armonia con la Visione, la Missione, gli Scopi e l’Etica del Lions International e con impegno civico ed umanitario ha sviluppato, nell’ambito del territorio, la presenza, la diffusione e l’inserimento del Lionismo ed una operativa collaborazione con le Istituzioni e la comunità locali.

 

LE ATTIVITA'

Attività Pluriannuali

Le principali, importanti tematiche sviluppate si riassumono in:

* costituzione (19.7.1969) del Leo Club Civitavecchia Santa Marinella, primo Leo Club costituito in Italia, che segna l’inizio dell’impegno del lionismo italiano per i giovani;

* impegno di sostegno per la comunità “Città dei ragazzi”, in seguito denominata “Repubblica dei ragazzi”, e per la Casa di riposo per anziani “Villa Santina”;

* service pluriennale “Ama di più la tua città”, service che nell’anno 1988 viene proposto dal Club come service nazionale e votato “service nazionale” nei Congressi Nazionali di Giardini-Naxos del 1988, di Chianciano del 1989, di Bari del 1990, di Verona del 1991, di Montecatini del 1992;

* service pluriennale di adozione a distanza di bambini di orfanotrofi;

* istituzione di borse di studio per studenti migliori diplomati e laureati;

* posa in sito di targhe marmoree e di monumenti a uomini illustri;

* restauro di monumenti archeologici;

* celebrazione annuale della “Giornata dell’ONU e della Pace nel Mondo”;

* celebrazione annuale della festa della Famiglia e degli auguri di Natale e Nuovo Anno;

* conviviale annuale di omaggio alle gentili “Lioness”, Consorti dei soci;

* erogazione di contributo annuale di sostegno alla LCIF;

* erogazione di contributo annuale di sostegno alla AILD;

* service annuale “Un Poster per la Pace”, concorso annuale proposto dalla Sede Centrale dell’Associazione Internazionale dei Lions Club che sin dal 1994/1095 il Club ha svolto coinvolgendo, ogni anno, tutte le scuole medie inferiori cittadine con la partecipazione di diverse centinaia di studenti dagli 11 ai 13 anni,conseguendo risultati di notevole livello in sede Distrettuale;

* immissione di nuovi soci Lions dai Leo già soci del Leo Club;

* valorizzazione del territorio sotto il profilo turistico, socio-economico e ambientale

 

Attività annuali

1966-1967: Impianto e messa in opera di un parco giochi per bambini nell’area a verde del piazzale del Pincio, sito della sede del Comune

1968-1969:Costituzione del Leo Club Civitavecchia Santa Marinella

1971-1972: Consegna Pergamena di “distinzione” e Onorificenza “Lion d’oro” a Don Antonio Rivolta, socio fondatore e fondatore della “Città dei Ragazzi”, in seguito denominata “Repubblica dei ragazzi”. Restauro della fontana del Vanvitelli, nel Porto

1972-1973: Istituzione della “Borsa di studio Buscicchi”da assegnare al giovane cittadino miglior laureato in giurisprudenza

1973-1974: Raccolta fondi e materiali di conforto a favore della Casa di riposo per anziani “Villa Santina” di Civitavecchia

1974-1975: Raccolta fondi e consegna di materiali di ausilio terapeutico a favore dell’Istituto cittadino “Santa Lucia” per ragazzi subnormali. Celebrazione della Festa dell’amicizia”, VDG Sansonetti ing. Giuseppe. Posa di lapide marmorea in memoria dei Caduti sul Lavoro

1976-1977: Raccolta fondi e materiale di prima necessità a favore dei terremotati del Friuli

1977-1978: Raccolta fondi e materiale di prima necessità a favore dei terremotati della Valtellina. Convegno sul tema “I Lions e l’Europa unita”

1978-1979: Convegno su “Riforma sanitaria ed avvenire del giovane medico”. Convegno su “Gli aspetti più recenti del Lionismo internazionale con particolare riferimento al Lionismo Italiano”. Celebrazione della Festa dell’Amicizia, VDG Pinti avv. Dario.

1979-1980: Istituzione “Borsa di studio Silvio Gori” da assegnare al giovane cittadino miglior diplomato geometra. Convegno su “L’agricoltura italiana nel contesto della Comunità Europea”.

1980-1981: Contributo per il restauro della controporta della Basilica superiore di S.Francesco d’Assisi. Meeting sul tema “La tutela del patrimonio artistico della Città”. Raccolta fondi e materiali di conforto pro “Casa di riposo per anziani, Villa Santina” di Civitavecchia. Raccolta fondi e meteriali di prima necessità pro terremotati della Campania e della Basilicata. Meeting sul tema “Lionismo e stampa lionistica”.

1981-1982: Campagna di tipizzazione del sangue per la donazione, in collaborazione con l’AVIS e il Comune di Civitavecchia. Celebrazione del 20° Anniversario della Charter e posa di una lapide nella “Repubblica dei ragazzi” in memoria di Don Rivolta

1982-1983: Contributo per la creazione del primo Reparto Dialisi per bambini nell’Ospedale Bambino Gesù di Roma. Candidato ed eletto Governatore per l’anno 1983-1984 il Socio Sansonetti ing. Giuseppe.

1983-1984: Convegno su “Civitavecchia Provincia”.

1984-1985: Raccolta fondi e invio viveri per il service “La fame in Etiopia”. Presentazione e svolgimento a Civitavecchia del service “ama di più la tua città” e premiazione con targa di riconoscimento ed apprezzamento al rione cittadino di piazza Saffi, risultato il meglio tenuto in pulizia, manutenzione ed ambiente.Negli anni successivi, dal 1988 al 1992, il service “ama di più la tua città” fu adottato come service permanente nazionale dalle Assemblee nazionale dei rispettivi Congressi.

1985-1986: Meeting su “I giovani e i mass media”.

1986-1987:Celebrazione del 25° Anniversario della Charter e collocazione sul viale Garibaldi di un erma in bronzo in onore di Don Francesco Vignanelli, scultore. Celebrazione della Festa dell’Amicizia, VDG Gurrado Comm.Dott.Domenico.

1987-1988: Convegno su “Rispetto della vita ed educazione al primo soccorso”, con la collaborazione delle Crocerossine della sezione CRI di Civitavecchia e serata in onore di SAR il Duca Amedeo d’Aosta e Consorte.

1988-1989: Restauro della targa marmorea del 1681 “Calmiere del pesce”. Service sulla “Prevenzione dentale nell’età scolare,”controllo e tipizzazione degli scolari delle scuole elementari cittadine.

1989-1990: Dibattito sul tema “Prelievo e trapianto di organi”. Celebrazione Festa dell’Amicizia, VDG De Sio dott. Luigi. Posa di Monumento al Granatiere.

1990-1991: Convegno sul tema ”Il rapporto tra la Città ed il suo mare”, sulle attività del porto ed i benefici per la Città. Convegno su “Territorio e criminalità”. Dono di attrezzature ospedaliere all’Ospedale Civico San Paolo. Meeting sul tema “Le origini storico economiche dell’insediamento urbano di Civitavecchia”.

1991-1992: Celebrazione 30° Anniversario della Charter. Ripristino campane del torrione del Maschio del Forte Michelangelo ed istallazione di orologio elettrico. Meeting sul tema “Il comprensorio e l’avvenire della cultura”. Candidato ed eletto Governatore del Distretto 108 L per l’anno 1992/1993 il socio Pinti avv. Dario

1992-1993: Messa a dimora di 50 alberi per costituire una zona a verde cittadina. Assegnato il riconoscimento di MJF al socio DG Pinti avv. Dario.

1993-1994: Meeting sul tema “Il Lionismo nella società di oggi”.

1994-1995: Restauro degli erma degli imperatori romani Marco Aurelio e Settimio Severo ed uno acefalo, reperti archeologici degli scavi del porto traianeo, e loro collocazione nel Museo Nazionale. Convegno sul tema “Il difensore civico”. Dono della Bandiera Nazionale ad alcune scuole medie statali cittadine.

1995-1996: Contributo al progetto Albania per la costruzione di un ospedale pediatrico a Durazzo. Meeting sul tema “Processo a Giuda”.

1996-1997: Celebrazione 35° Anniversario della Charter. Donazione di attrezzature medicali all’ospedale civico S.Paolo. Celebrazione della Festa dell’amicizia, PC Di Giorgio Gen.Dott.Armando. Posa di targa marmorea in onore delle Capitanerie di Porto e Guardia Costiera.

1997-1998: Gemellaggio con il L.C. Ercolano-Reggia di Portici. Service “Obiettivo Anziani”, presso la casa di riposo Villa Santina, con dono di effetti sanitari di arredo per l’infermeria. Dono del “Gonfalone di Rappresentamza” al Comune di Civitavecchia. Stampa del libro “Breviario di cucina civitavecchiese” del socio Carlo De Paolis Interclub con L.C.Tarquinia sul tema “Leadership, informazione, orientamento”.

1998-1999: Conclusione del service “Campagna di prevenzione del melanoma e di altri tumori della pelle”, controllo e tipizzazione.

1999-2000: Conclusione del service “Prevenzione del glaucoma”. Meeting sul tema ”Valorizzazione della memoria storica della Città attraverso il recupero di opere e documenti e la riscoperta di usi, costumi e tradizioni”. Celebrazione “Giornata delle Nazioni Unite e della Pace nel Mondo” con la partecipazione del Vescovo della Diocesi di Civitavecchia e dell’Amministrazione Comunale di Otranto; consegna al Sindaco di Otranto di targa di distinzione e di apprezzamento per l’opera pro immigrati. Assegnati i riconoscimenti di MJF ai soci Di Giorgio Armando, Maruccio PierSalvatore, Mauto Alberico.

2000-2001: Service sul tema “Adozioni a distanza di bambini di orfanotrofi”.

2001-2002: Celebrazione del 40° Anniversario della Charter. Meeting sul tema “Il porto di Civitavecchia tra presente e futuro e le ricadute sul futuro della Città”. Dibattito sul tema “Civitavecchia Provincia”

2002-2003: Celebrazione “Fasta della famiglia”. Convegno “Scuola,Università,mondo del lavoro”. Meeting su “Artigianato locale e mastri d’ascia”. Gita turistica a Roma;visita al Quirinale e gita in battello sul Tevere. Meeting su “Cellule staminali:prospettive e problemi da risolvere”. Ccerimonia di intitolazione di una strada cittadina a Don Antonio Rivolta. Meeting in onore delle “Leonesse”. Meeting su “L’era dell’idrogeno è davvero dietro l’angolo?”. Incontro "Passeggiando nella galleria delle carte geografiche verso la Cappella Sistina nei Musei Vaticani". Meeting su “Vantaggi e/o svantaggi dell’avvento dell’euro nei nostri bilanci domestici”. Consegna dei “Monarch Chevron” degli anni di appartenenza ai soci del club. Organizzazione dell’VIII Congresso di Autunno del Distretto 108L, Governatore Dott. Luigi De Sio, tenutosi a Civitavecchia il 23 novembre 2002 nell’Aula Consiliare “R. Pucci” del Palazo Comunale , sul tema “La violenza nel mondo giovanile” i cui atti congressuali sono raccolti nel Quaderno del Lionismo 59, giugno 2003.

2003-2004: Raccolta fondi per il service “Infanzia negata”. Service “Un Poster per la Pace”. Concorso alla sponsorizzazione della pubblicazione de “Il Panino” sugli OGM. Conferenza su “anziano nella società” presso l’Università della Terza Età.

2004-2005: Convegno sul service “NO AL DOPING, per uno sport sano: istruzioni per l’uso”. Service ”Un Poster per la Pace”. Meeting sul tema “Il lavoro etico e la responsabilità d’impresa. Convegno su “Ruolo dell’ONU per il mantenimento della Pace nel Mondo”. Meeting su “Festa della Famiglia ed auguri per il Natale e il Nuovo Anno”. Erogazione contributo a favore del maremoto nel sud est asiatico. Meeting su “Turismo locale e relative problematiche”. Immissione 5 nuovi Soci, 3 dei quali ex Leo. Concerto : Pianoforte, Violino, Chitarra, presso la Scuola di Guerra. Meeting su “Lionismo oggi: formazione dei Lions, motivazione dell’appartenenza, MERL nei Club”. Conferenza su “Referendum su L 40/2004: procreazione assistita: scienza, diritto, etica”.

2005-2006: Meeting sul tema “La partecipazione femminile al Lionismo ed il ruolo del Socio Donna nei Lions Club”. Service “Dal Trattato di Roma alla Costituzione Europea”. Service “Poster per la Pace”. Meeting sul tema “Impegno civico: il ruolo dei Lions Club”. Meeting per la “Celebrazione della Famiglia”. Adozioni a distanza. Convegno “ONU e il mantenimento della Pace nel Mondo” Organizzazione della 3^ Riunione della IV Circoscrizione con la partecipazione dei Presidenti, Segretari, Tesorieri, Cerimonieri, Censori, Informatici, OD, Soci, dei 17 Club della Circoscrizione oltre i Leo. Meeting dedicato alla rievocazione dell’illustre scultore civitavecchiese Don Francesco Vignanelli con l’intervento del Prof. Mariano Apa, insigne studioso e docente di storia dell’arte, con la trattazione del tema “Don Francesco Vignanelli e l’Arte Benedettina” Riunione Interclub “Festa di Carnevale”. Service interclub dei club della Zona A su “Valorizzazione del territorio della Zona A della Circoscrizione”. Meeting “Visita ufficiale del Governatore”. Assegnati i riconoscimenti di MJF ai soci Carluccio Valentino, Ceccotti Franco, De Paolis Carlo. Partecipazione alla “Festa dell’Amicizia” della Circoscrizione.

2006-2007: Meeting “ritrovarsi insieme” di apertura dell’anno sociale e di omaggio alle Leonesse. Convegno interclub con LC Civitavecchia Porto Traiano sul service distrettuale “Immigrazione: integrazione e diritti umani”; raccolta e stampa atti. Convegno “Civitavecchia: il suo mare, la pesca, la nautica”; raccolta atti, chiuso con una mozione di incentivazione di sviluppo del settore, inviata alle Autorità Istituzionali Regionali, Provinciali e Comunali. Meeting per la celebrazione della Famiglia ed auguri per il Natale ed il Nuovo anno 2007. Convegno “Il mantenimento della Pace, l’ONU, l’intervento delle FF.AA. Italiane”. Tavola rotonda interclub con LC Civitavecchia Porto Traiano e LC Roma Accademia su “La vita: valenza etico-religiosa, ecologica, sociale”. Concorso “Un Poster per la Pace”.Meeting “serata di Carnevale”. Service “Impegno del Club per i giovani”; interventi a carattere colloquiale discorsivo con gli studenti delle ultime classi delle scuole medie superiori cittadine su orientamenti, opportunità e prospettive future dopo il conseguimento del diploma e nell’ambito dell’impegno universitario. Visita a carattere culturale agli scavi del sito archeologico di Ostia Antica. Convegno interclub con il LC Civitavecchia Porto Traiano sul tema della sanità “Il bisogno sanitario nella ASL RM/F tra domanda e offerta: criticità, obiettivi, soluzioni”. Meeting in onore di S.E.R. Monsignor Carlo Chenis, Vescovo della Diocesi di Civitavecchia e Tarquinia.

Meeting di celebrazione della XLV Charter del Club e visita del Governatore Ida Panusa Zappalà, in interclub con il LC Civitavecchia Porto Traiano. Conferimento del riconoscimento di Melvin Jones Fellow ai soci Papa dott. Franco, Maruccio avv. Giancarlo, Wiel Marin dott. prof. Alfredo. Partecipazione alla “Festa dell’Amicizia” della Circoscrizione. Passaggio della Campana.

2007-2008

2008-2009

2009-2010

2010-2011

2011-2012

 

 

 

 _____________________________________________________________

 

GLI EVENTI ED I RICORDI

 

GLI EVENTI NEI MIEI RICORDI

O.D.Dott.Carlo De Paolis Coordinatore del service

“Ama di più la tua Città”

 

Aderisco con molto piacere alla richiesta, rivolta a tutti i soci dal Presidente Gen. Armando Di Giorgio, di contribuire alla stesura di questo “Quaderno” finalizzato a ricordare il XLV Anniversario della Costituzione del nostro Club e a ripercorrerne l’attività svolta.

Debbo premettere che il Lions Club “Civitavecchia-Santa Marinella Host”, fin dagli inizi, si è particolarmente qualificato per gli interventi effettuati sia nel campo della solidarietà sociale che in quello della valorizzazione e del recupero dei beni artistici e culturali della Città.

 Per l’occasione, però, ritengo opportuno limitarmi ad esprimere alcune riflessioni sulle iniziative realizzate soltanto nel settore della cultura e nell’arco di tempo successivo al mio ingresso, risalente all’annata 1980-1981, Presidente il dott. Adalberto Bencini e “mitico” padrino il Prof. Maurizio Busnengo.

 In tale ambito ristretto, i services che mi piace rievocare perché, più degli altri, hanno gratificato la mia appartenenza all’Associazione Internazionale dei Lions Club ed anche perché essi sono stati in qualche modo segnati da un mio significativo contributo personale, sono i seguenti.

 1) 1982-19983. RIPRISTINO DELL’EPIGRAFE MARMOREA GARIBALDINA POSTA SUL FRONTE DEL PALAZZO LUZI – CIVITAVECCHIA, LARGO S. FRANCESCO D’ASSISI N. 3

L’epigrafe, originariamente fatta apporre all’esterno della sua casa d’abitazione dall’ufficiale garibaldino Numa Palazzini, residente a Civitavecchia, in ricordo dell’ospitalità da lui offerta, il 24 Gennaio 1875, all’Eroe che da Caprera si recava a Roma per prendere possesso del seggio parlamentare nella Camera dei Deputati dell’Italia unita, fu distrutta e dispersa il 30 Agosto 1943 durante il secondo bombardamento aereo subito dalla nostra città. Nell’ambito dell’attività di raccolta della documentazione occorrente per la redazione del mio “Garibaldi a Civitavecchia” (1982), ne recuperai il testo presso la Raccolta delle epigrafi garibaldine esistente nel Museo del Risorgimento di Milano e lo misi a disposizione del Club.

Presidente era il Prof. Massimo Borghetti il quale, per meglio solennizzare la “Festa del Socio Fondatore” istituita per iniziativa del Lions Lisio Cherubini, promosse il ripristino di questa importante testimonianza di vita vissuta della Civitavecchia fine Ottocento. Il rifacimento della lapide marmorea fu eseguito, con estrema fedeltà all’originale, sulla base del materiale fotografico messo a disposizione dalla signorina Amabile Luzi, la cui famiglia, nei primi anni del Novecento, aveva rilevato l’immobile che la incorporava. Tutto il lavoro tecnico fu progettato e diretto dal compianto Past Presidente Ing. Eugenio Genovesi. La solenne inaugurazione dell’opera avvenne nel primo pomeriggio dell’8 Gennaio 1983 alla presenza di Donna Erika, vedova del Generale Ezio Garibaldi e Presidente dell’Istituto Internazionale di Studi “Giuseppe Garibaldi”, con la partecipazione di tutte le massime autorità civili e militari cittadine. Io curai i rapporti con Donna Erika e tenni la relazione ufficiale all’esterno del palazzo, nello stesso posto dove la folla plaudente aveva acclamato l’Eroe affacciato al balcone contornato da Numa Palazzini, da Jessie White Mario, dagli onorevoli Baldassarre Odescalchi e Michele Amadei, dal figlio Menotti, dai suoi ufficiali Sgarallino e Basso, dal Sindaco e dagli assessori comunali di Civitavecchia.

 

2) 1986-1987/1988-1989/2005-2006. BUSTO BRONZEO DELLO SCULTORE CONCITTADINO DON FRANCESCO VIGNANELLI - CIVITAVECCHIA, VIALE GARIBALDI

Lo scultore e monaco benedettino Don Francesco Vignanelli, uno dei più illustri rappresentanti del Novecento civitavecchiese, ha prodotto numerose importanti opere d’arte, alcune delle quali visibili nella nostra città (i busti di p. Alberto Guglielmotti e di Luigi Calamatta), ed ha legato il suo nome a due monumenti insigni per l’Italia e per l’Europa, quali l’Altare della Patria, eretto al centro del Vittoriano per celebrare la raggiunta unità nazionale, e l’Abbazia di Montecassino, culla del monachesimo occidentale e centro incomparabile di studi, di arte e di cultura.

Il suo busto, commissionato dal Club nell’annata 1986-1987, sotto la presidenza del Comm. Lisio Cherubini, per ricordare il venticinquesimo anniversario della Charter, fu modellato dal compianto scultore (e medico) concittadino Dante Crocchianti e fuso nel bronzo dalla fonderia Anselmi di Roma nell’estate 1987; il relativo basamento marmoreo fu realizzato dall’impresa artigiana Piero Arcadi di Civitavecchia. L’inaugurazione del monumento avvenne la mattina de1 17 Gennaio 1988, alla presenza delle massime autorità cittadine, di numerosi rappresentanti delle comunità benedettine e dei familiari di Don Francesco, in coincidenza con l’apertura di una importante Mostra Fotografica sulla vita e sulle opere del grande artista, realizzata dal nostro Club a Villa Albani nel quadro delle manifestazioni celebrative del centenario della sua nascita (Civitavecchia, 2 Febbraio 1888). Nell’occasione il Club offrì una targa d’argento al Maestro Ferruccio Vignanelli, fratello di Don Francesco ed organista di fama mondiale, anche lui civitavecchiese, per ricordarne l’85 esimo compleanno. Io curai la realizzazione Mostra Fotografica, redassi il relativo Catalogo e tenni la relazione ufficiale della manifestazione.

Nell’annata 1988-89, sotto la mia presidenza, tutto il materiale documentario ed iconografico relativo sia alla Mostra Fotografica che all’inaugurazione del busto, fu rilegato in pregevole fattura e consegnato alla Biblioteca Comunale “A. Cialdi” perché rimanesse patrimonio della Città.

Nell’annata 2005-2006, sotto la guida del Gen. Armando Di Giorgio, subentrato all’Ing. Enzo Cabras impossibilitato a portare a compimento la sua presidenza per motivi di salute, lo scrivente e il noto critico d’arte italiano Prof. Mariano Apa hanno avviato il progetto “Don Francesco Vignanelli e l’arte benedettina”, mirato ad approfondire in modo particolare il contributo dato da Vignanelli all’arte sacra della scuola tedesca fondata da Desiderius Lenz a Beuron. Una prima illustrazione del progetto è stata fatta, dallo scrivente e da Apa, nel corso di una conviviale del Club tenuta nella stessa annata 2005-2006. Una comunicazione più approfondita seguirà nel 2006-2007.

 3) 1991-1992. ISTALLAZIONE DI UN OROLOGIO ELETTRICO E DI DUE CAMPANE – CIVITAVECCHIA, MASCHIO DEL FORTE MICHELANGELO.

Era il 14 dicembre 1508 quando Papa Giulio II poneva la prima pietra della nuova Rocca di Civitavecchia, oggi comunemente chiamata Forte Michelangelo. Progettata dal Bramante, completata da Antonio da Sangallo il Giovane, la possente struttura difensiva fonde mirabilmente l’arte e la forza e costituisce il prestigioso elemento di continuità tra l’Antichità romana (nella sua area era il comando delle navi appartenenti alle armate di Ravenna e del Miseno distaccate nel porto di Centumcellae), il Medioevo cristiano (vi sorse una chiesa con sottostante cripta dedicata alla Patrona della Città, Santa Ferma/Fermina) ed infine il Rinascimento e la Modernità. Sulla sommità del Maschio, alto 23 metri e sovrastante tutti gli altri baluardi, fu collocato un orologio che segnò il tempo fino alla seconda guerra mondiale, allorché i bombardamenti aerei e il brillamento di mine da parte delle truppe tedesche in fuga provocarono la distruzione della torretta che racchiudeva i meccanismi, incorporava il quadrante e sosteneva le campane che scandivano le ore e i quarti. La ricostruzione eseguita dal Genio Civile dopo la guerra si limitò al ripristino delle strutture murarie e la torretta rimase pertanto, per alcuni decenni, un contenitore vuoto e spoglio.

Nell’annata 1991-1992, sotto la presidenza dell’Avv. Pier Salvatore Maruccio, fu deliberato di ricordare il trentennale del Club assumendo l’onere del completamento dell’opera mediante la collocazione di un orologio elettrico e di due nuove campane con il relativo supporto di sostegno in ferro battuto che richiamava l’antico disegno. Tutti i lavori furono progettati e diretti dal Lions Ing. Enzo Cabras. Io curai i rapporti con la Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone che realizzò le campane e consentì di associare idealmente la nostra iniziativa alle molte altre di importanza mondiale cui essa ha legato nel tempo il suo prestigioso nome: la campana per il Santuario di Lourdes (1958), la commemorativa del Centenario dell’Unità d’Italia (1961), quella del Concilio Vaticano Il (1963), la Kennedy Bell (1964), la campana dell’Anno Santo (1975), la campana della “Perestrojka” (1989), il campanone del Centro Sportivo di Sapporo in Giappone (1990), la campana per le Celebrazioni Colombiane del 1992, la Campana dell’Amicizia per il Museo di Pechino (1994) e la campana che Giovanni Paolo II ha donato all’ONU nel 50° anno della fondazione.

4) 1994-1995. RESTAURO DELLE ERME MARMOREE DI MARCO AURELIO E DI SETTIMIO SEVERO E DI UNA ERMA ACEFALA, RINVENUTE CASUALMENTE NEL SOTTOSUOLO DELLA CITTA’ – CIVITAVECCHIA, MUSEO NAZIONALE ARCHEOLOGICO.

Nel 1993, nel corso di scavi relativi ad opere di urbanizzazione effettuati in Largo Plebiscito, nell’area antistante l’ingresso del Museo Nazionale Archeologico di Civitavecchia, furono rinvenuti tre busti marmorei di cui uno acefalo. Recuperati dal personale tecnico-scientifico della Soprintendenza Archeologica dell’Etruria Meridionale e sottoposti ad interventi di pulizia, essi apparvero di notevole importanza storica e di rilevante valore artistico. Studi e controlli iconografici consentirono di stabilire che i due busti integri raffiguravano, rispettivamente, l’imperatore Marco Aurelio e l’imperatore Settimio Severo. I tre reperti, tuttavia, rimasero depositati nel magazzino del Museo in attesa degli ulteriori lavori di restauro.

Il Club, nell’annata 1994-1995, sotto la presidenza del Gen. Armando Di Giorgio, per accelerare i tempi della loro esposizione al pubblico, assunse l’onere relativo all’esecuzione dei necessari interventi, ivi compresa la realizzazione dei relativi supporti di sostegno. Le tre sculture, tornate all’antico splendore, furono collocate nella sala centrale del piano terra del Museo, dove sono tuttora fruibili dagli studiosi e dai turisti. La cerimonia di presentazione al pubblico e di inaugurazione dell’esposizione permanente ebbe luogo il 9 Giugno 1995 alla presenza dei dirigenti della Soprintendenza Archeologica dell’Etruria Meridionale e delle massime autorità cittadine.

Per quanto riguarda in particolare Marco Aurelio, occorre dire che le fonti letterarie attestano con certezza una sua presenza a Centumcellae nel periodo in cui egli esercitava il potere imperiale, ma non si può affermare con ciò che il busto a lui attribuito sia riconducibile a tale circostanza. Si deve aggiungere, peraltro, che alcuni studiosi riferiscono l’effigie dell’erma all’imperatore Lucio Vero, fratello adottivo di Marco Aurelio. In ogni caso il ritrovamento è di grande interesse perché testimonia, tra le altre cose, l’importanza che il nostro porto e la nostra città avevano ormai assunto verso la metà del II secolo d. C.

 

 

 

Lions Clubs International è l’organizzazione di club di servizio più grande al mondo con più di 1 milione 400 mila soci in circa 46 mila club distribuiti in oltre 200 paesi e aree geografiche di tutto il mondo.

Notizie da Lions Clubs International
Connect with Us Online
Twitter